TORNEO DEL LEONE D’ARGENTO

Il Torneo del Leone d’Argento è un progetto che ha l’ambizione di coniugare sport e storia al fine di creare una sintesi di questi due ambienti, in modo che l’aspetto folkloristico, già insito all’interno della scherma storica, venga valorizzato nel giusto modo, senza che la parte marziale possa risultarne mortificata.            
Gli atleti che parteciperanno alla competizione dovranno disputare un incontro schermistico seguendo il più possibile le regole in uso durante i combattimenti a piedi in steccato del tardo Tardo Medioevo. Se dunque ai contendenti verrà chiesta una preparazione tecnica e fisica di un certo livello, allo stesso tempo sarà chiesto loro di equipaggiarsi con armature ed abiti che siano il più possibile corretti sotto un profilo filologico, in modo da ricreare un combattimento che possa dirsi storicamente accurato.



REGOLAMENTO

Il torneo verrà disputato secondo le regole dell’Hema in Armis e sarà diviso in due categorie: i pesanti, ossia gli uomini d’arme, atleti completamente corazzati che si affronteranno nell’uso di spada lunga, lancia e azza; e i leggeri, ossia i lanciottari, fanti armati con due giavellotti, rotella e spada corta.

  • Categoria Pesanti:
    • Sarà necessario equipaggiarsi con armatura completa e abbigliamento storicamente accurati e risalenti al periodo compreso tra 1350 e 1490.
    • É vietato l’utilizzo di protezioni moderne, nemmeno se occultate (fatta eccezione per il sospensorio).
    • È ammessa solo maglia metallica ad anelli rivettati.
    • Sono ammessi soltanto i seguenti elmi:
      • Armet: purché la fessura della visiera sia alta 1cm massimo.
      • Celata: purché la fessura della visiera sia alta 1cm massimo e il barbotto sia fissato al casco.
      • Bacinetto:  purché la fessura della visiera sia alta 1cm massimo.
      • Gran bacinetto: purché la fessura della visiera sia alta 1cm massimo.
    • Si potranno utilizzare tutte le tecniche di combattimento previste dai trattati di combattimento del XV secolo con le seguenti armi: lancia, spada lunga, azza e daga. I colpi ritenuti validi per l’assegnazione di un punto sono:
      • Colpi di taglio (inefficaci contro le piastre e la maglia di ferro);
      • Colpi di punta (inefficaci contro le piastre);
      • Colpi assestati con la testa dell’azza (efficaci contro qualsiasi bersaglio).
  • Categoria Leggeri:
    • Sarà necessario equipaggiarsi con armatura leggera (petto, elmo, schinieri chiusi, gorzarino e guanto d’arme) e abbigliamento storicamente accurati e risalenti al periodo compreso tra 1350 e 1490.
    • É vietato l’utilizzo di protezioni moderne, nemmeno se occultate (fatta eccezione per il sospensorio e la grata per le barbute).
    • È ammessa solo maglia metallica ad anelli rivettati.
    • Se il petto è privo di schiena sarà necessario indossare un usbergo a mezze maniche lungo massimo a metà coscia.
    • Sono ammessi soltanto i seguenti elmi:
      • Armet: purché la fessura della visiera sia alta 1cm massimo.
      • Celata: purché la fessura della visiera sia alta 1cm massimo e il barbotto sia fissato al casco.
      • Barbuta: Purché dotata di nasale e griglia.
    • Si potranno utilizzare tutte le tecniche di combattimento utilizzate dai lanciottari  del XV secolo. I colpi ritenuti validi per l’assegnazione di un punto sono:
      • Colpi di taglio (inefficaci contro le piastre e la maglia di ferro);
      • Colpi di punta (inefficaci contro le piastre);


ISCRIZIONE

L’evento durerà due giorni e si svolgerà all’aperto. Per partecipare all’evento sarà necessario possedere abiti, tendaggi e suppellettili storicamente accurati. Per chi parteciperà come atleta al torneo sarà anche necessario possedere un certificato medico agonistico in corso di validità, avere un proprio scudiero, armi ed armatura storicamente accurate.

Durante l’evento si terrà anche un banchetto per festeggiare le gesta d’armi compiute durante la giornata, consigliamo pertanto di portate un abito consono al proprio rango.

Tutti i partecipanti all’evento dovranno versare una quota base per coprire i costi di vitto per l’intera durata dell’evento. Agli atleti è richiesto di versare una quota di iscrizione al torneo dipendente dal numero di categorie a cui vorrà partecipare
Quota base: € 50,00
Quota di partecipazione al torneo: 1 categoria € 20,00, entrambe le categorie € 30,00

La quota di iscrizione può essere versata tramite bonifico bancario
IBAN: IT62A0503450651000000005922
SWIFT: BAPPIT21C46

Gli atleti si potranno iscirvere al torneo compilando il form sottostante, gli artigiani dovranno scaricare il modulo di iscrizione qui disponibile ed inviarlo alla mail torneoleonedargento@gmail.com

    Categorie



    CONTATTI

    Telefono: Andrea Caielli +393450092856

    Email: torneoleonedargento@gmail.com

    Indirizzo: Castello di Monteruzzo – Via Guglielmo Marconi, 6, 21043 Castiglione Olona VA

    it_IT